ARCHITETTURA

Tasting the Landscape

 

53th IFLA WORLD CONGRESS 

APRIL - 20th 21th 22th -

2016 TORINO – ITALY

 

Curatore: Anna Lambertini

ISBN: 978-88-7970-781-7

Prezzo:  € 40,00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2016 * 352 pp. * brossura  * 240×300 mm *  ill.

 

 

 

Il volume raccoglie i contributi del Congresso Mondiale di IFLA, International Federation of Landscape Architects, svoltosi a Torino dal 20 al 22 aprile 2016. Quattro sono le sessioni congressuali e i capitoli del volume: Sharing, Connected, Layered, Inspiring – paesaggi condivisi, connessi, stratificati, d’ispirazione. Oltre cento i progetti realizzati in tutto il mondo e presentati con schede a doppia pagina, ricche di indicazioni metodologiche e progettuali e altri 150 case study presentati più sinteticamente. Un grande affresco sullo stato dell’arte dell’architettura del paesaggio contemporanea.

Il volume è in lingua inglese.

 

 

 

 

 

Gherardo Bosio

Opera completa 1927-1941

Autore: Riccardo Renzi

ISBN: 978-88-7970-764-0

Prezzo:  € 60,00

Gherardo Bosio è uno degli architetti italiani più importanti vissuto negli anni Trenta, grazie a progetti realizzati sia in Italia che all'estero. Dopo un iniziale periodo formativo a Roma è uno dei primi laureati della Scuola Fiorentina di Architettura e membro del gruppo Toscano Architetti. Questo volume è la sua prima monografia, che racconta i momenti più importanti della sua carriera e le sue opere. 

2016 * 368 pp. * brossura con bandelle * 23×28 *  ill.

 

 

 

 

 

 

Magazzino Ex Sir a Ravenna

Progetto di recupero del padiglione industriale e di riqualificazione urbana della Darsena

AutoreMarco Mattei

ISBN: 978-88-7970-732-9

Prezzo:  € 12,00

Il volume presenta una proposta progettuale per un ormai celebre padiglione esistente presso la dismessa “Darsena di Città” del porto di Ravenna. Si tratta del magazzino a copertura parabolica dello stabilimento per la produzione di fertilizzanti SIR (Società Interconsorziale Romagnola), utilizzato per lo stoccaggio in cumuli del prodotto finito. Realizzato negli anni 1956-1957 su progetto dell’ingegnere ferrarese Elio Segala e dismesso solo da tre anni. La proposta progettuale illustrata nel libro nasce dalla volontà di un gruppo di cittadini di partecipare alle scelte urbanistiche della città motivando la convenienza del recupero conservativo dell’edificio quando ancora se ne discuteva la demolizione ed, al contempo, esaltare le superbe caratteristiche architettonico-spaziali di questo che è in primo luogo uno straordinario manufatto di ingegneria civile.

2016 * 120 pp. * brossura con bandelle * 21×28 *  ill.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giuseppe Giorgio Gori

Opera completa

Autore : Fabio Fabbrizzi

ISBN: 978-88-7970-752-7

Prezzo:  € 25,00

Giuseppe Giorgio Gori è stato uno dei Maestri indiscussi della prima generazione dei progettisti di Scuola Fiorentina. Al suo lavoro si deve la revisione e l’evoluzione di ogni possibile gestualità che l’eredità michelucciana sui temi della variabilità, poteva lasciare nelle derive di Scuola Fiorentina. Il suo pensiero e la sua opera, infatti, subito la mitigano attraverso l’immissione nel progetto di una dimensione certa, intelligibile, trasmissibile, quindi, scientifica, capace di riportare all’interno del suo spessore teorico e operativo, anche la dimensione del procedimento. Grazie all’opera di Gori, potremmo dire che in base a queste caratteristiche, si riporta la progettualità fiorentina, al ruolo prezioso di “sistema”, legandola maggiormente alla tradizione rinascimentale fatta di misura, ritmo, prospettiva, piuttosto che alla casualità e alla libertà tipica dell’epoca medievale. Quindi, per Gori, è molto più importante il transito compiuto per arrivare a quella che è per lui, solo una tra le infinite soluzioni possibili e non la soluzione; una soluzione comunque variabile, rivedibile, superabile ed evolvibile, in un processo inesauribile di ricerca continua. Quindi un progetto che mai si conclude, ma che si muove nell’infinita consistenza ed essenza della realtà. A rileggere oggi la sua opera, ci si accorge di come essa sia capace di tenere ancora insieme la regola e il suo superamento, l’assoluto e il quotidiano, la via minima e quella ontologica, a ricordarci ancora una volta che per lui, il progetto, prima di essere un progetto di forme è sempre stato un progetto di relazioni. Un progetto, il cui spazio è sempre fiorentino anche quando il suo luogo è altrove

 

2016 * 288 pp. * brossura con bandelle* 22×22 *  ill.

 

 

 

The Symbiotic Field

natural / artificial mergings in design cases

Curatore: Roberto Pasini

ISBN: 978-88-7970-733-6

Prezzo:  € 23,00

 

 

 

 

‘The symbiotic field’ è lo spazio in cui i sistemi naturali e artificiali si intersecano, producendo il costrutto stratificato del paesaggio in cui viviamo.
Il libro offre un’anatomia comparata di progetti di François Roche, Camille Lacadée, new-territories, Antonino Di Raimo, Kongjian Yu, Turenscape, Perry Kulper, José Luis Vallejo, Ecosistema Urbano, Besnik Aliaj, Mason White, Lateral Office, Alessandro Scandurra, SSA, accompagnate da commenti inediti degli stessi autori.
Tra macro-ecologie sul territorio e micro-ecologie nella città, questo gruppo di riconosciuti progettisti attraversa il corpus della propria opera per tracciare una trama di percorsi leggeri o vigorosi nella geografia espansa del paesaggio contemporaneo.
L’immagine multifocale che ne risulta accumula sistemi naturali e artificiali, spazi fisici e psicologici, paesaggi macchinici e culturali e compone un costrutto di paesaggio alternativo che condivide caratteri ‘metabolisti’ e ‘territorialisti’.
Il libro propone un’istantanea della nostra relazione con la natura.

2016 * 186 pp. * brossura * 16×24 *  ill.