collana Arte orafa Arte tessile

  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >

Maria Melani stilista

Tra Pistoia, Firenze e Roma

A cura di: Alberto Melani, Maria Camilla Pagnini

ISBN: 978-88-7970-831-9

Prezzo:  € 20.00

Il volume ricostruisce la vicenda professionale di Maria Bucciantini Melani, stilista, nata a Pistoia nel 1920, ben presto giunse alla guida di uno dei più noti atelier cittadini, dal 1954 in poi disegnò abiti con una griffe propria: “Melania”. Maria ha fatto parte di quel gruppo di creativi, artigiani e stilisti che parteciparono alla definizione dell'identità della moda Italiana a partire dalla fine degli anni 40. In quegli stessi anni Maria strinse relazioni professionali con l'ambiente della moda fiorentina, è in questo periodo che entrò in contatto con Giovanni Battista Giorgini, Emilio Pucci creò per lei il soprannome di “signora Verde Mela”, ricordando la predilezione di Maria per l'uso di colori particolari e fuori dalle consuetudini. Nel 1958 Maria aprì il proprio showroom in via Capo le Case a Roma. Durante l'esperienza romana Maria conobbe Furio Pancani, che divenne il suo front-office.
Tra il 1960 e il 1962 Maria capì che era necessario un cambiamento e intuì il tramonto della moda femminile caratterizzata dalla “linea a 8” e iniziò a sperimentare lo stile geometrico, introdusse decorazioni metalliche, sperimentò i materiali più diversi collaborò con disegnatori e artisti tra cui Moreno Cappellini, con il quale ebbe una lunga collaborazione.

 

2017 * 349 pp. * brossura * 17×24 mm *  ill. a colori

 

 

Sfogliando la moda

Riviste di moda e figurini teatrali
Arte orafa Arte tessile. 4

 

CuratoreIsabella Bigazzi

ISBN: 978-88-7970-498-4

Prezzo:  € 18,00

E' il frutto di ricerche sulla storia e la storiografia del costume. Ricerche sulle fonti della storia del costume; sulle riviste, i figurini, la stampa periodica e la grafica di moda del XIX-XX secolo, svolte per la massima parte alla Biblioteca Marucelliana di Firenze e alla Biblioteca Braidense di Milano. L'analisi delle riviste offre notevoli e molteplici possibilità di indagine sul periodo considerato e inoltre amplia le conoscenze sulle tecniche sartoriali, ricamatorie e di ornamentazione e sulla terminologia relativa alla moda, al ricamo, alla gioielleria e all'arredo. Il volume raccoglie sei tesi di laurea e un saggio introduttivo di Isabella Bigazzi sulla rivista «Regina», pubblicata dal 1904 al 1920, caratterizzata da un'impaginazione elegante, belle illustrazioni e fregi di sapore liberty, che offriva al suo pubblico tutto ciò che una donna del bel mondo doveva sapere nel campo della cultura, dell'arte, della moda, del tempo libero.

2011 * 176 pp. * brossura * 17×24 * 93 ill.

 

 

Maggino di Gabriello “Hebreo Venetiano”

I dialoghi sopra l’utili sue inventioni circa la seta
Arte orafa Arte tessile. Monografie. 3

AutoreDora Liscia Bemporad

ISBN: 978-88-7970-381-9

Prezzo:  € 25,00

Maggino di Gabriello fu uno dei personaggi più curiosi ed intriganti della storia dell’ebraismo italiano. Figlio dei suoi tempi, si barcamenò durante tutta la vita entro le maglie del liberalismo che si aprivano come finestre nei governi degli stati italiani. La sua abilità nel districarsi nelle diverse situazioni lo rese un anomalo interprete del secolo XVI, quando le restrizioni imposte dalla Controriforma cattolica agli ebrei sembravano impedire ogni possibilità di emergere nella società imprenditoriale e commerciale del tempo. A metà tra il genio e la millanteria, è noto sotto diversi aspetti: abile politico, propugnatore di geniali metodi di produzione della seta, inventore di sistemi per la depurazione del vetro, produttore. In tutti questi campi egli passò come una meteora, seminando talvolta discordie, raccogliendo, più raramente, successi. In ogni caso, ha lasciato di sé un ricordo indelebile che emerge di continuo dai documenti di archivio di molte città e, soprattutto, immagini della sua figura in abiti da “signore”, abituato a frequentare le corti, rappresentazioni assai rare negli anni di fine Cinquecento, quando gli ebrei erano ancora rappresentati con l’aspetto demonizzato degli aguzzini di Cristo. I Dialoghi documentano in modo puntuale e vivace la tecnica della gelsicoltura e dell’allevamento dei bachi da seta, fornendo una serie di notizie preziose per gli studiosi di storia del tessuto, del costume e della iconografia urbana del Cinquecento, di cui le tavole illustrate sono un importante e raffinato complemento.

2010 * 272 pp. * brossura * 29,7×21 * 121 ill.

 

Apparir con stile

Guardaroba aristocratici e di corte, costumi teatrali e sistemi di moda
Arte orafa Arte tessile. 3

CuratoreIsabella Bigazzi

ISBN: 978-88-7970-278-2

Prezzo:  € 14,00

Terzo della prestigiosa collana “Arte Orafa – Arte Tessile”, il volume, curato dalla Prof. ssa Isabella Bigazzi, esplora il raffinato mondo dei guardaroba aristocratici e di corte, dei costumi teatrali e dei sistemi di moda fiorentini prima e dopo il Granducato mediceo. Particolare interesse è riservato al guardaroba di Giovanbattista Strozzi e Marietta Altoviti, Isabella de’ Medici e Bianca Cappello. Testi di: Sara Bianchi, Isabella Bigazzi, Francesca Stellati, Laura Tognaccini, Anna Elvira Tomasino, Mattia Zupo.

2007 * 136 pp. * brossura * 17×24 * 67 ill.

 

La ditta di merletti e ricami Francesco Navone

Arte Orafa Arte Tessile. Monografie. 2

AutoreSantina Fortunato

ISBN: 978-88-7970-287-4

Prezzo:  € 14,00

Seconda pubblicazione della collana «Arte orafa Arte tessile – Monografie», questo studio si propone di ricostruire la storia della Manifattura fiorentina Merletti e Ricami Francesco Navone e di realizzare una prima analisi del Fondo Navone del museo di palazzo Davanzati di Firenze. I manufatti Navone erano ancorati alla prestigiosa tradizione italiana del pizzo, rinata con la creazione della scuola di Burano, sotto la protezione della regina d'Italia Margherita: l'elevata qualità della produzione, così come le altolocate protezioni, facevano sì che questi merletti fossero tanto apprezzati anche all'estero. Ripercorrendo l'attività della manifattura Navone, che ricopre un periodo relativamente lungo dal 1870 al 1978, si ha la possibilità di soffermarsi sulla produzione e sul mercato dei merletti in Italia tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento

2006 * 208 pp. * brossura *  17×24 * 77 ill.

 
  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >