MUSEOLOGIA / MUSEOGRAFIA

32. In partenza dal regno

Esportazioni e commercio d'arte e d'antichità a Napoli nella prima metà dell'Ottocento

Autore: Andrea Milanese

ISBN: 978-88-7970-659-9

 

Prezzo: € 38,00
 

Durante la prima metà dell’Ottocento apposite leggi – sin dal 1755 volute dai sovrani borbonici – mirarono a controllare i flussi artistici e antiquari che da Napoli – tappa irrinunciabile del Grand Tour – erano diretti verso l’Europa. Questo libro ridà un volto più preciso alla politica di tutela del Regno di Napoli, nota finora nei testi legislativi (cioè nelle intenzioni), ma non nella concreta, e contraddittoria, prassi di tutela. Grazie a ricchi materiali d’archivio – in primo luogo le migliaia di permessi di esportazione, integralmente conservati per la prima metà dell’Ottocento – vengono ricostruiti aspetti inediti del mercato artistico napoletano: quantità e tipologie dei materiali, identità, e storie, di collezionisti, mercanti, intermediari. Emergono con chiarezza i criteri – politici, e di gusto – adottati dalla Corte, e dai suoi periti, nella selezione di quei materiali che, per il «decoro della nazione», dovevano restare nel Regno, e di quelli – ben più numerosi – ritenuti esportabili. Comunque, che lo si chiami dispersione, o circolazione di opere d’arte, il commercio artistico, tra Settecento e Ottocento, resta strettamente legato alla storia dell’unificazione culturale dell’Europa.

 

2014 * 384 pp. brossura * 24×30 *  ill.

 

31. Forme di Antropologia

Il Museo Nazionale di Antropologia e Etnologia di Firenze

CuratoriEmanuela Rossi

ISBN: 978-88-7970-460-1

 

Prezzo: € 16,00
 

Il Museo di Antropologia di Firenze si presta bene ad essere laboratorio per l'antropologia che si occupa dei musei per più ragioni.   In primo luogo per avere la vocazione di laboratorio per nascita. In secondo luogo se lo si pensa una "forma di antropologia" nel senso di dare corpo e concretezza, attraverso la sua collezione di oggetti e la loro esposizione, a un certo pensiero di alcuni uomini su altri esseri umani. I saggi qui raccolti cercano di dare spessore a personaggi e collezioni. Ricostruiscono percorsi e problematizzano. Mettono in mostra e decostruiscono sguardi, atteggiamenti, gusti, tendenze di un'epoca e di alcuni protagonisti. E' un invito a transitare nel passato per comprendere meglio il proprio presente, dove la diversità – sia essa etnica, religiosa, sociale o di genere – sempre si delinea su un orizzonte di sguardi e percezioni.

 

2014 * 184 pp. brossura * 17×24 * 6 ill.

 
 
 
 
 
 
 

30. Giacomo Barri “Francese” e il suo Viaggio pittoresco d’Italia

 AutoreAngelo Maria Monaco

ISBN: 978-88-7970-594-3

 

Prezzo: € 32,00
 

Jacques de Pierre de Bar alias Giacomo Barri (ca. 1636-ca. 1690), giunto a Venezia da Lione all’età di quattro anni, fu un esponente significativo della scena artistica lagunare del Seicento maturo. Pittore copista, incisore d’après e scrittore d’arte, pubblicò nel 1671 il Viaggio pittoresco d’Italia: la prima guida “tascabile” alla pittura dei grandi maestri italiani, che fu presto tradotta a Londra nel 1679, a cura dell’incisore William Lodge di Leeds.

Il lavoro è articolato in due sezioni. La prima è strutturata come una monografia d’artista con la ricostruzione delle vicende biografiche di Barri, della rete di committenze e del catalogo delle opere. La seconda parte propone un’edizione critica e commentata dell’ormai rarissimo Viaggio pittoresco e della sua traduzione inglese The Painters Voyage. L’innovativa creazione editoriale di Barri, già segnalata nella poderosa Kunstliteratur di Julius von Schlosser come il primo vero e proprio episodio della “letteratura dei Ciceroni”, ma da allora rimasta inesplorata, divenne un utile strumento di viaggio per gli amatori e curiosi d’arte, così come, in traduzione, la prima guida tascabile per gli aristocratici europei invaghiti dell’Italia e della sua pittura, agli esordi del Grand Tour.

   

 2014 * 424 pp. brossura * 17×24 * 99 ill.

 
 

29. Genova tra Rivoluzione e Impero

Patrimonio artistico, mercato dell'arte, progetti museografici

CuratoriMaddalena Vazzoler

ISBN: 978-88-7970-574-5

 

Prezzo: € 18,00
 

Il volume ripercorre le vicende occorse al patrimonio artistico genovese tra il 1797 e il 1815: dalla soppressione degli ordini religiosi alle politiche di concentrazione e smistamento dei beni artistici attuate dal governo della Repubblica Ligure e dal governo francese, alla disanima del mercato dell’arte attivo a Genova negli anni tra Rivoluzione e Impero, al progetto non realizzato di creare un museo civico nei locali della soppressa casa professa di San Filippo Neri. Accompagna il testo una ricca Appendice Documentaria che raccoglie documenti provenienti da archivi pubblici italiani e francesi.

 

2013 * 328 pp. brossura * 17×24 * 49 ill.

 

 

28. Modena Barocca

Opere e artisti alla corte di Francesco I d'Este (1629-1658)

Curatori: Stefano Casciu, Sonia Cavicchioli, Elena Fumagalli

ISBN: 978-88-7970-555-4

 

Prezzo: € 22,00
 

La passione di Francesco I d’Este (1610-1658) per le arti figurative, i suoi interessi collezionistici e la volontà di erigere residenze esemplari della magnificenza della propria dinastia furono riconosciuti e celebrati già dai suoi contemporanei. Attraverso dodici saggi di studiosi italiani e stranieri, fondati su nuove acquisizioni documentarie e sull’identificazione di nuove opere, il volume si propone di approfondire i molteplici aspetti della committenza e delle scelte collezionistiche del Duca, che durante il suo regno fece di Modena, capitale dello stato estense, la sede di una corte raffinata, per la quale lavorarono i principali artisti dell’epoca.Al centro delle ricerche sono architetti, artigiani e maestranze attivi per le fabbriche ducali e le relazioni artistiche con altre città italiane.

 

2013 * 296 pp. brossura * 17×24 * 95 ill.