RESTAURO

È la collana più ricca ed antica di Edifir-Edizioni Firenze: un ampio ventaglio, di monografie e di raccolte miscellanee di grande rigore ed attualità tecnica e metodologica. Curata dai responsabili scientifici dell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze, celeberrima istituzione nel campo del restauro e della formazione, si pone come essenziale punto di riferimento a livello internazionale.

29. Principi e applicazioni del restauro virtuale

 A cura di: Donatella Biagi Maino, Giuseppe Maino

 ISBN: 978-88-7970-837-1

 Prezzo:  €  20,00

 

 

L’informatica, come disciplina scientifica e tecnologia pervasiva, ha ormai contagiato ogni attività umana e quindi anche il settore della conservazione e del restauro delle opere d’arte. 

Questo agile libro che nasce da pluriennali esperienze didattiche e di conservazione intende presentare in maniera critica e rigorosa gli argomenti pro e contro le operazioni di restauro virtuale, suggerendo la grande utilità ma anche sottolineando i limiti di questa tecnica che proprio il grande impetuoso sviluppo dell’informatica ha reso possibile e alla portata del più vasto pubblico di operatori del settore o di semplici curiosi. 

La seconda parte del libro, che segue la presentazione e la discussione delle metodologie generali di restauro virtuale, è costituita da esempi di applicazioni realizzati dagli studenti e dai laureandi del corso di laurea magistrale in Storia e Conservazione delle Opere d’Arte, presso la Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna, nella sede decentrata di Ravenna.

 

 

2017 * 166 pp. * brossura * 170×240 mm *  

 

 

 

 

 

 

49. Restaurare in sicurezza

Nuovi progetti per i Laboratori dell'O.P.D (1966-2016)

 A cura di: Pietro Capone, Marco Ciatti

 ISBN: 978-88-7970-835-7

 Prezzo € 20,00

 

Il n. 49 della collana dell’Opificio “Problemi di conservazione e restauro” affronta un argomento diverso rispetto agli altri titoli in collana, ma non meno importante: la sicurezza nel restauro.

I progetti che sono stati fatti per i laboratori dell'O.P.D sono stati realizzati in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Firenze sotto coordinamento del professor Pietro Capone.

L’Opificio delle Pietre Dure di Firenze costituisce un modello, una fonte di innovazione e sperimentazione per quanto riguarda le pratiche di restauro, non poteva esimersi dall’affrontare un argomento così importante nella sua collana più longeva.

 

 

 

 

 

 

 

2017 * 157pp. * brossura con bandelle * 210×280 mm *  

 

 

 

 

 

 

28. Fra Longhi e Procacci

Restauro a Firenze nella prima metà del Novecento

 A cura di: Maria Vittoria Thau

 ISBN: 978-88-7970-836-4

 Prezzo:  €  20,00

 

 

L’autrice, attraverso l’attenta disamina di un ricco materiale archivistico, ricostruisce la storia della conservazione e del restauro delle opere d’arte nel territorio fiorentino nell’arco di tempo tra il 1900 e il 1950. Questa storia, peraltro lacunosa anche a causa delle due guerre mondiali che con i loro disastri colpirono la prima metà del secolo scorso, è oggetto di una attenta ricostruzione dei restauri apportati alle opere d’arte. L’impegno culturale ed economico volto a questo fine vide impegnati amministratori delle Stato, restauratori e privati cittadini a cui si deve lo sviluppo della disciplina del restauro tanto nella sua componente tecnico-metodologica quanto storica, così come la conservazione del patrimonio artistico come è giunto sino a noi. 

 

 

2017 * 231 pp. * brossura * 170×240 mm *  

 

 

 

 

 

 

27. Da Cimabue a Vasari

Repertorio delle opere d'arte alluvionate dagli Archivi dell'Opificio delle Pietre Dure

 A cura di: Anna Mieli, Irene Foraboschi, Elena Nazzari 

 ISBN: 978-88-7970-814-2

 Prezzo:  €  25,00

 

Il 50° anniversario dell’Alluvione di Firenze è stata occasione per una capillare ricognizione negli Archivi dei Restauri e fotografico dell’OPD: lo scopo era quello di censire di quali e di quante opere era rimasta traccia documentaria dal 1966 ad oggi. Nel volume sono presentati i risultati del lavoro: una raccolta di opere, suddivise per luogo di alluvione, identificabili attraverso le loro fotografie e corredate dai loro dati identificativi.

 

 

2016 * 5397 pp. * brossura * 170×240 mm *  

 

 

 

 

 

 

48. Il Ritratto di Leonello D’Este del Pisanello

 A cura di: Cecilia Frosinini, Maria Cristina Rodeschini

 ISBN: 978-88-7970-544-8

 Prezzo € 18,00

 

Il Ritratto di Lionello d’Este fu dipinto da Pisanello probabilmente nel 1441 ed è una delle immagini più famose di tutta l’arte rinascimentale italiana, per la straordinaria resa naturale del personaggio e per la raffinatissima stesura pittorica. L'intervento di restauro su questa preziosa piccola tavola era necessario da tempo e fu richiesto all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, dove il restauro ha avuto luogo tra il 2004 e il 2008.
La delicatissima pulitura della superficie ha portato a numerose novità, sia per la forma che per la cromia del dipinto. 
 Il restauro ha inoltre recuperato la brillantezza dei colori prima oscurati dal deposito di materiali soprastanti, e particolari preziosi come i tocchi di luce sulle perle dell’abito o le dorature e gli spessori materici del broccato dell'abito. Un importante recupero è anche quello del blu intenso del fondo, prima coperto da un sorda stesura nera, che è perfettamente coerente, invece, allo spazio atmosferico consono al roseto su cui si staglia il personaggio.

 

 

2016 * 78pp. * brossura con bandelle * 210×280 mm *