Storia e teoria del restauro

L’interesse per una più approfondita conoscenza degli eventi legati alla Conservazione e al Restauro avvenuti nel passato e per una riflessione sui suoi fondamenti teorici attuali, sta progressivamente crescendo; questo grazie alla consapevolezza di dover fondare gli studi e l’attività di restauro su basi storiche e teoriche più solide. La collana “Storia e Teoria del Restauro” vuole rivolgersi agli addetti ai lavori e al mondo delle Università, fornendo sia una adeguata sede dove sviluppare la ricerca e il dibattito, sia la possibilità di reperire importanti materiali di studio. La collana è articolata su due serie: gli “Studi”, destinati a presentare ricerche e studi in forma monografica o antologica e i “Documenti” in cui verranno pubblicati o ri-pubblicati importanti materiali di studio.
Comitato scientifico: Cristina Acidini Luchinat, Donatella Biagi Maino, Giorgio Bonsanti, Simona Rinaldi Cooordinamento scientifico: Marco Ciatti

Alfredo Clignon

Restauratore di arazzi e stoffe (1909-1985)

 Curatore: Anna Mieli

 ISBN: 978-88-7970-770-1

 Prezzo:  € 20,00

Il panorama degli studi sul restauro nel Novecento si è arricchito negli ultimi anni con l’uscita di numerosi saggi e monografie. In questo quadro si inserisce Alfredo Clignon, restauratore di arazzi e manufatti tessili, per il quale il restauro rappresentò una vera e propria missione a cui dedicò gran parte della sua vita. La prima parte del volume ricostruisce l’attività di Alfredo Clignon svolta sia a Firenze che in altre parti d’Italia, la seconda è invece dedicata all’analisi dettagliata di un piccolo fondo archivistico composto da documenti, fotografie e diapositive, raccolti da lui nel corso della sua lunga attività.

2016 * 176 pp. * brossura  * 170×240 mm *  ill.

 

 

 

 

 

 

Resine e no

L'introduzione delle resine acriliche nel restauro italiano

Autore: Alessia Cadetti

ISBN: 978-88-7970-769-5

Prezzo:  € 20,00

Dagli anni Quaranta del Novecento furono sperimentati in Italia numerosi prodotti di sintesi nel tentativo di risolvere problematiche conservative delle pitture murali. Grazie al contributo della ricerca internazionale le resine viniliche e acriliche furono introdotte e applicate in varie fasi di intervento, segnando il passaggio il passaggio da una concezione di restauro ottocentesco a una nuova tipologia di approccio. Il testo presenta l'utilizzo delle resine acriliche nel restauro italiano, con numerose interviste a protagonisti degli anni Sessanta principalmente fra Roma e Firenze. Seguono appendici documentarie e bibliografie. 

 2016 * 240pp. * brossura  * 170×240 mm *  ill.

 

 

 

 

 

 

24. Guglielmo Galli

Venti anni di restauro delle scaulture a Firenze 1968-1987
Autori: Daniela Mignani Galli

ISBN978-88-7970-729-9

Prezzo € 20,00

Il volume è dedicato all’attività di restauro di Guglielmo Galli (Firenze, 1939-1987): la sua storia professionale di venti anni di restauro (1967-1987) rivolto soprattutto alle sculture lapidee, parte dall’esperienza dopo l’alluvione di Firenze presso il Centro di restauro delle sculture e delle arti minori, all’ultimo piano di Palazzo Davanzati. La strada intrapresa nel campo della statuaria divenne per Galli uno studio appassionante ed una missione, condivisa con giovani funzionari, storici dell’arte, direttori ed allievi. Galli ha progettato ed eseguito restauri esemplari ed insegnato nelle più importanti istituzioni italiane ed internazionali, ha formato un grande numero di restauratori italiani e stranieri, ha rinnovato nelle tecniche e nei materiali la conservazione delle opere plastiche in marmo, pietra, stucco e cera. Attraverso i suoi scritti ed i suoi appunti di lavoro conservati nel Fondo Guglielmo Galli, confrontati con la documentazione ufficiale dei vari archivi delle Soprintendenze fiorentine, l’analisi di questa intensa operosità consente di fare luce sulla evoluzione di un particolare settore del restauro lapideo che, nei venti anni esaminati, raggiunse la piena maturità, conquistando quella unità di metodo fino ad allora dedicata alle arti maggiori.

2015 * 168 pp. * brossura * 17×24 * ill.

 

 

23. Le pitture notabili di Andrea Pasta: osservazioni sulla conservazione ed il restauro a Bergamo nel Settecento

Autore: Luca Fiorentino

ISBN978-88-7970-698-8

Prezzo € 24,00

Il volume è uno studio critico approfondito dedicato alle tematiche inerenti la conservazione ed il restauro che si trovano nella prima guida periegetica di Bergamo, edita nel 1775, redatta da un suo concittadino: il medico Andrea Pasta. L'analisi critica viene condotta confrontando le annotazioni del Pasta, inserite all'interno di tutto il testo, con quelle di altri «intendenti» a lui contemporanei (quali ad esempio Giacomo Carrara, Francesco Maria Tassi, Anton Maria Zanetti, Francesco Algarotti e Luigi Crespi). Vengono inoltre raggruppati per temi e ampiamente commentati i differenti approcci agli interventi di restauro o di conservazione preventiva che il Pasta intendeva sottolineare con i suoi personali giudizi. Il libro si presenta con un ricco apparato storico-critico introduttivo seguito dalla riproduzione anastatica de Le pitture notabili di Bergamo che sono esposte alla vista del pubblico raccolte da Andrea Pasta, con alcuni avvertimenti intorno alla conservazione, e all'amorosa cura de' Quadri.

2014 * 248 pp. * brossura * 17×24 

 

 

 

 

22. Restauri e restauratori

Firenze, 1829-1892
Autore: Maria Vittoria Thau

ISBN978-88-7970-633-9

Prezzo € 20,00

Il volume che presentiamo è frutto del lavoro svolto in seno al dottorato di ricerca di Storia dell’Arte, conseguito presso l’Università degli Studi di Firenze.

Il volume rappresenta un approfondimento della conoscenza della storia del restauro e della conservazione delle opere d’arte a Firenzre tra il 1829 e il1892 ed è centrato sul percorso professionale di tre restauratori; Francesco Acciai, Ettore  Franchi e Oreste Cambi e dipendenti delle Regie Gallerie Fiorentine.

Ciò ha permesso di conoscere da vicino le opere restaurate in quegl’anni e le modalità seguite nei singoli interventi. La scelta della storia professionale dei tre restauratori è stata dettata anche dall’aver voluto ricostruire attraverso i documenti d’archivio consultabili nel regesto i cambiamenti avvenuti nell’ambito del restauro negli anni a cavallo dell’Unità d’Italia.

Il volume, composto dall’operato dei singoli restauratori e la loro biografia, corredata nell’elenco completo di tutti i singoli interventi e incarichi da loro svolti, trova il suo valore primo e ulteriore nella trascrizione, quanto mai dettagliata e cospicua della documentazione d’archivio originale.

2014 * 272 pp. * brossura * 17×24