Archivi del mese: marzo 2013

Volti di Cavallino Treporti

AutoreFausto Giaccone

ISBN: 978-88-7970-614-8

Prezzo:  € 20,00

Questo catalogo raccoglie il recente lavoro realizzato dal fotografo Fausto Giaccone sul territorio di Cavallino-Treporti, lingua di terra dalla storia secolare, che si affaccia sulla laguna veneziana e si specchia sul mare Adriatico. Terra di antiche tradizioni, terra che testimonia l’incessante trasformazione della locale civiltà contadina; terra oggi eletta a importante destinazione turistica, per la bellezza della sua costa, per i servizi eccellenti di accoglienza, per le caratteristiche ambientali così uniche e indefessamente preservate.

Il catalogo rientra in un progetto denominato Cavallino-Treporti Fotografia che fin dalla sua prima edizione (2009) invita i grandi protagonisti della fotografia nazionale e internazionale a scrutare e cogliere l’immagine di Cavallino-Treporti e restituircene una propria interpretazione.
Marco Zanta, Franco Fontana, Guido Guidi, Giovanni Chiaramonte, oltre a Fausto Giaccone, i fotografi finora coinvolti e che hanno realizzato importanti opere fotografiche.

 

 2012 * 88 pp. * brossura * 30×24 * 53 ill.

 

 

 

 

 

17. Il Ruolo di Umberto Baldini per la conservazione del patrimonio culturale: una prospettiva storica

Curatori: Marco Ciatti e Francesca Martusciello

ISBN: 978-88-7970-552-3

Prezzo:  € 18.00

Il volume raccoglie gli atti dell’omonimo convegno tenutosi a Firenze il 14 dicembre 2011, analizzando la figura di Baldini come teorico del restauro, storico dell’arte, soprintendente… Umberto Baldini laureato in storia dell'arte col professor Mario Salmi, entrò in servizio come ispettore della Soprintendenza di Firenze e nel 1949 diventò direttore del Gabinetto di restauro. In quella veste si trovò a dover gestire la drammatica emergenza dell'alluvione di Firenze del 1966 che danneggiò tanti capolavori. Si avvalse dell'opera di tanti restauratori fra i quali Vittorio Granchi, che restaurò anche il Crocifisso di Santa Croce. Il risultato di quegli interventi consacrò a livello mondiale le tecniche e le metodologie della cosiddetta “scuola fiorentina” di restauro. Nel 1970 divenne direttore dell'Opificio delle pietre dure; dal 1983 al 1987 venne chiamato a dirigere l'Istituto Centrale per il Restauro di Roma e, in quegli anni, curò l'imponente recupero della Cappella Brancacci nella basilica del Carmine a Firenze. Venne successivamente nominato presidente della Università Internazionale dell'Arte di Firenze, e direttore, sempre a Firenze, del Museo Horne.

2013 * 184 pp. * brossura * 17x 24 * 52 ill.