Archivi del mese: ottobre 2013

Arte a Figline

Da Paolo Uccello a Vasari
 

 CuratoriNicoletta Pons

 ISBN: 978-88-7970-603-2 

 Prezzo:  € 22.00   - 50% € 11.00

 

 Il volume si inserisce nella fortunata collana “La città degli Uffizi” ideata da Antonio Natali, ed è il seguito di 'Arte a Figline. Dal Maestro della Maddalena a Masaccio', esposizione curata da Angelo Tartuferi nel 2010, che intendeva valorizzare le opere più importanti del territorio figlinese e dei territori limitrofi fra XIII e gli inizi del XV secolo.

Con il medesimo intento, la mostra del 2013, curata da Nicoletta Pons, presenta, nelle sale del Palazzo Pretorio di Figline,  venti opere di pittura e scultura fra Quattro e Cinquecento, con l’aggiunta di una miniatura del museo della Collegiata. Il percorso espositivo sottolinea  l’esistenza, sul territorio, di inedite sculture e interessanti pale d’altare che rivelano, non solo una qualità degna di chiese cittadine, ma anche la presenza di committenze importanti e significative. 

 

 

2013 208 pp. * brossura * 17×24  * 104

 

 

 

 

 

 

 

Il Polo Universitario di Prato nel parco delle mura urbane

Progetto di recupero e riqualificazione urbanistica dell'aerea ospedaliera Misericordia e Dolce
Autore: Marco Mattei 

ISBN: 978-88-7970-636-0

Prezzo:  € 18.00

Prefezione di Mario Bencivenni
Il volume presenta il progetto di riqualificazione dell’area ospedaliera Misericordia e Dolce di Prato dell’architetto Marco Mattei. Così scrive Mario Bencivenni nella sua prefazione al volume «Il progetto del nuovo Polo Universitario di Prato coniuga in modo esemplare gli aspetti della conservazione e tutela di un manufatto di rilevante interesse storico (l'antico Spedale della Misericordia e Dolce) con la valorizzazione ambientale dell’area ospedaliera, nella prospettiva di assegnare un nuovo volto e identità urbana a questo importante comparto del centro storico. La destinazione urbanistica proposta risulta in piena sintonia con la vocazione storica del luogo e in grado di produrre effetti virtuosi per l’intera città. In primo luogo, evita la privatizzazione di un'area che fin dal Medioevo è destinata all’uso pubblico, all’assistenza ospedaliera ed alla tutela della salute. In secondo luogo, l’intervento non comporta incremento di superficie edilizia né di volume, ma anzi li riduce entrambi notevolmente, salvaguardando le preesistenze storiche e adeguando le strutture più recenti al nuovo uso con un accorto intervento di recupero. Infine, in aggiunta agli effetti positivi sopra richiamati, a ridosso delle mura si realizza un grande parco pubblico che, collegandosi ai giardini dell’attiguo convento di San Niccolò e del collegio Cicognini, rimette in luce e valorizza un aspetto peculiare della città storica, il sistema dei vuoti urbani e dei grandi spazi inedificati che per un lungo periodo hanno contraddistinto la forma urbis di Prato.

La sistemazione progettuale del parco diventa anche una grande opportunità per l’arte contemporanea, dando un contribuito importante, oltre che alla conservazione della memoria, alle esigenze di rinnovamento della città secondo criteri estetici, cultura urbana e sensibilità tipici dei nostri tempi. […]. Per tutto questo il progetto di riqualificazione dell’area ospedaliera qui presentato è un ottimo punto di arrivo progettuale, ma anche un punto di partenza fondamentale per un intervento di rigenerazione urbana che, se realizzato, pur nelle tante difficoltà di ordine economico e finanziario del momento, costituirebbe una svolta decisiva per il futuro assetto della città.

2013 * 104 pp. * brossura * 21×28 * 68 ill.

 

 

Architettura Eremitica

Sistemi progettuali e paesaggi culturali Atti del Quarto Convegno Internazionale di Studi (La Verna 20-22 Settembre 2013)
CuratoreBertocci Stefano e Parrinello Sandro 

ISBN: 978-88-7970-641-4

Prezzo:  € 18.00

Il quarto Convegno Internazionale sull’Architettura Eremitica, facendo seguito agli incontri che sono avvenuti a Monte Senario (FI), nel 2010, a Vallombrosa (FI), nel 2011, ed a Camaldoli (AR), nel 2012, costituisce un ulteriore momento di interscambio culturale fra studiosi provenienti da vari paesi europei ed extraeuropei per confrontarsi su questa tematica che, da alcuni anni, impegna in particolare alcuni docenti, ricercatori e studenti del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze. Il tema dell’architettura eremitica, che riveste uno straordinario interesse per gli studiosi, non soltanto di architettura, accompagna fin dal Medioevo lo sviluppo della cultura occidentale. Tra storia e religione questo fenomeno ha lasciato nel tempo una quantità di testimonianze che si sono spesso concretizzate in interventi architettonici di notevole interesse che hanno in qualche modo influenzato e accompagnato, come nel caso del territorio della Toscana, sia lo sviluppo della città che del paesaggio extraurbano, costituendo una maglia insediativa particolarmente importante anche per le aree territorialmente più appartate o periferiche, a partire dalle creste dell’Appennino per giungere alle zone più remote della Maremma. L’architettura monastica, articolata fino dall’Alto Medioevo nelle due grandi esperienze religiose che hanno seguito da un lato la regola cenobitica e dall’altro quella eremitica, si è sviluppata secondo modelli propri, adattati di volta in volta alle singole esperienze ed alle caratteristiche dei luoghi, costituendo tuttavia sempre nuclei di aggregazione di valori ed esperienze non solo religiose, che hanno funzionato da veri e propri centri di aggregazione e produzione culturale nei rispettivi territori.

2013 * 560 pp. * brossura * 14×21 * ill.

Masada notebooks

Report of the research project 2013

AutoreStefano Bertocci, Sandro Parrinello, Rebeka Vital

ISBN: 978-88-7970-640-7

Prezzo:  € 18.00

La pubblicazione Masada Notebooks. Report of the research project 2013, Vol. I, raccoglie il resoconto e le sperimentazioni avviate durante la prima spedizione di rilevamento del sito UNESCO di Masada, in Israele, effettuata da 3 al 7 Febbraio 2013. Il Progetto di Ricerca Masada, che coinvolge tre Università: il DIDA – Dipartimento di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze, il DICAr – Dipartimento di Ingegneria Edile e Architettura dell'Università degli Studi di Pavia e la Shenkar College of Engineering, Design and Art di Ramat Gan in Israel, è un progetto che prevede in tre anni il rilievo dell'intero sito UNESCO di Masada.Attraverso campagne di rilievo integrato, lo scopo della ricerca prevede la sperimentazione e l'utilizzo di diversi strumenti di rilievo per la corretta documentazione e rappresentazione del sito archeologico. Il volume in lingua inglese è rivolto a un pubblico internazionale
2013 208 pag. * brossura * 21×14,8 *  319 ill.