Dora Liscia Bemporad

Matite razziste

L'antisemitismo nell'illustrazione del periodo fascista
 

CuratoreGiovanna Lambroni, Dora Liscia Bemporad

ISBN: 978-88-7970-759-6

Prezzo:  € 10.00

Il volume raccoglie i saggi, scaturiti da una giornata di studi promossa nel 2014 dalla Fondazione Ambron Castiglioni con la collaborazione della Biblioteca Marucelliana e dell’Archivio di Stato di Firenze, e affronta l’analisi dei prototipi iconografici veicolati dal messaggio antisemita nell’Italia degli anni Trenta e dal mondo dell’illustrazione in particolare, in una chiave di lettura ancora poco esplorata nella storia del razzismo che permette di constatare la diffusione capillare del fenomeno nella grafica del periodo. Numerose sono state le matite italiane che, alla vigilia del secondo conflitto mondiale, hanno rappresentato gli ebrei come “cattivi”, stereotipati in caratteri somatici ben definiti: naso adunco, labbra carnose, capelli crespi e barba lunga.

2015 120 pp. * brossura * 17×24 *  ill

 

 

 

 

 

 

 

 

Studi sulla Santissima Annunziata di Firenze in memoria di Eugenio Casalini osm

Non est in tota sanctior urbe locus

CuratoriLamberto Cruciani osm, Dora Liscia Bemporad

ISBN: 978-88-7970-691-9

Prezzo:  € 16,00

Nel terzo anniversario della morte, la Provincia dei frati Servi di Maria e il Convento fiorentino della Santissima Annunziata vogliono ricordare con questa miscellanea la figura e l’opera di fra Eugenio Casalini, personalità complessa e spiritualmente variegata che ha trascorso la sua vita per oltre sessant’anni nel Convento della Santissima Annunziata, vivendo dai difficili anni del Dopoguerra in questa città allora ricca di eventi politici ed ecclesiali che hanno segnato la sua storia di un uomo e di frate.

2014 352 pp* brossura  * 17×24 * 73 ill. 

 

 

 

 

 

 

 

La Basilica della Santissima Annunziata

Dal Duecento al Cinquecento

CuratoriCarlo Sisi

ISBN: 978-88-7970-623-0

Prezzo:  € 77.00

Fulcro di devozione e di storia civica, la basilica della Santissima Annunziata mantiene ancora oggi la maestosa sacralità di cui parlano le cronache del passato. Primo impegno di questa impresa editoriale è stato quello di avviare una campagna fotografica in grado di documentare ogni componente del complesso architettonico. Ne è così risultata una comprensione organica della basilica e dei suoi monumentali annessi, che nel libro è tradotta in un “atlante” di immagini fotografiche inaspettate per la qualità e la freschezza, tali da consentire un’inedita lettura delle opere della basilica; mentre i saggi affidati a studiosi di grande prestigio scientifico approfondiscano tutti i campi di indagine offerti da un organismo architettonico fra i più vasti e “interdisciplinari” di Firenze.
Saggi: Fra Gabriele Allesandrini, O.S.M.; Roberto Baglioni; Paolo Bertoncini Sabatini; Enrica Castellucci; Sonia Chiodo; Andrea De Marchi; Carlo Falciani; Aldo Galli; Dora Liscia Bemporad; Gabriele Morolli; Antonio Natali; Claudio Pizzorusso; Brunella Teodori.
Fotografie: Antone Quattrone

2013 258 pp* cartonato  * 24×28,5 * 158 ill. 

 

 

 

 

La collezione Ambron

alla Galleria d'arte moderna di Firenze
Vol. I Pittori di accademia, Macchiaioli e Postmacchiaioli

CuratoriDora Liscia Bemporad, Giovanna Lambroni

ISBN: 978-88-7970-622-3

Prezzo:  € 35.00

Il primo di due volumi raccoglie in un’indagine organica i dipinti del XIX secolo appartenuti a Leone Ambron e donati alla Galleria d’arte moderna di Firenze. L’opera intende analizzare in una visione organica una parte cospicua dei trecentocinquanta pezzi che compongono l’intera collezione, dividendola per scuole e sottolineando i motivi delle scelte operate da Ambron nel corso di vari decenni. Il particolare amore che egli ebbe verso i Macchaioli lo portarono ad acquistare quadri di tutto rilievo, alcuni dei quali eseguiti da Giovanni Fattori, tra i quali spicca il ritratto della cugina Argia, quello della seconda moglie e di Diego Martelli. Ma altri nomi prestigiosi rendono unica questa raccolta, come Odoardo Borrani, Vito D’Ancona, Silvestro Lega. I vari gruppi sono stati analizzati da specialisti nel settore fornendo al lettore, oltre ad uno studio puntuale e attento, una preziosa bibliografia che agevolerà i futuri approfondimenti di questo momento cruciale della storia dell’arte moderna.

2013 320 pp* brossura * 28×24 * 125 ill. 

 

Maggino di Gabriello “Hebreo Venetiano”

I dialoghi sopra l’utili sue inventioni circa la seta
Arte orafa Arte tessile. Monografie. 3

AutoreDora Liscia Bemporad

ISBN: 978-88-7970-381-9

Prezzo:  € 25,00

Maggino di Gabriello fu uno dei personaggi più curiosi ed intriganti della storia dell’ebraismo italiano. Figlio dei suoi tempi, si barcamenò durante tutta la vita entro le maglie del liberalismo che si aprivano come finestre nei governi degli stati italiani. La sua abilità nel districarsi nelle diverse situazioni lo rese un anomalo interprete del secolo XVI, quando le restrizioni imposte dalla Controriforma cattolica agli ebrei sembravano impedire ogni possibilità di emergere nella società imprenditoriale e commerciale del tempo. A metà tra il genio e la millanteria, è noto sotto diversi aspetti: abile politico, propugnatore di geniali metodi di produzione della seta, inventore di sistemi per la depurazione del vetro, produttore. In tutti questi campi egli passò come una meteora, seminando talvolta discordie, raccogliendo, più raramente, successi. In ogni caso, ha lasciato di sé un ricordo indelebile che emerge di continuo dai documenti di archivio di molte città e, soprattutto, immagini della sua figura in abiti da “signore”, abituato a frequentare le corti, rappresentazioni assai rare negli anni di fine Cinquecento, quando gli ebrei erano ancora rappresentati con l’aspetto demonizzato degli aguzzini di Cristo. I Dialoghi documentano in modo puntuale e vivace la tecnica della gelsicoltura e dell’allevamento dei bachi da seta, fornendo una serie di notizie preziose per gli studiosi di storia del tessuto, del costume e della iconografia urbana del Cinquecento, di cui le tavole illustrate sono un importante e raffinato complemento.

2010 * 272 pp. * brossura * 29,7×21 * 121 ill.