Maria Teresa Bartoli

Santa Maria Novella a Firenze

Algoritmi della scolastica per l’architettura

AutoreMaria Teresa Bartoli

ISBN: 978-88-7970-441-0

Prezzo:  € 20.00

Le Cronache insegnano che il rinnovamento urbano di Firenze, alla fine del Duecento, prese l’avvio con la costruzione della chiesa del convento dei Domenicani. Il rilievo dell’intero complesso conventuale, condotto secondo criteri scientifici e qui pubblicato, offre un documento certo, la cui analisi consente deduzioni nuove. Alla luce di particolari parametri di lettura, ispirati a procedimenti definiti dai coevi Trattati dell’Abbaco, si desumono le regole compositive del complesso, relativamente sia alla chiesa che agli edifici conventuali distribuiti intorno ai numerosi chiostri. L’estensione eccezionale del convento mette in gioco strategie topografiche la cui applicazione rimanda alla dimensione urbana sia della piazza che dell’intera città. Le grandi piazze dedicate alle occasioni delle prediche rispondono a logiche di progetto non estemporanee, ma ben meditate; la distribuzione dei conventi nel territorio circostante alla città, prima della erezione dell’ultima cerchia, si rivela rispondente ad un ordine sapiente, attuato con “tecnologie avanzate”. Emergono sorprendenti geometrie ricche di implicazioni scientifiche, simboliche ed etiche, adatte a illuminare lo speciale sentimento della città, alla vigilia degli Ordinamenti di Giustizia. Il punto di vista della Scolastica, di cui è speciale interprete Remigio de’ Girolami, maestro emergente dello Studio domenicano, trova conferma e risonanza nei metodi e nei processi della costruzione. Un saggio critico precede e interpreta 20 tavole di rilievo.

2009 * 88 pp. * brossura * 24,5×31 * 71 ill.

«Musso e non quadro»

La strana figura di Palazzo Vecchio dal suo rilievo

AutoreMaria Teresa Bartoli contributi di Elena Fossi e Giampiero Mele

ISBN: 978-88-7970-296-6

Prezzo:  € 25.00

La figura planimetrica di Palazzo Vecchio è stata giudicata strana e anomala dai commentatori fin dall’inizio (Villani). Gli ampliamenti successivi hanno confermato tale carattere (Vasari); eppure esso fu accettato dai diversi autori del suo “accrescimento”. La possibilità di studiare il palazzo attraverso un rilievo adeguato permette di cambiare radicalmente il punto di vista, e di avvicinarsi ai suoi significati simbolici. La pianta non è strana: obbedisce a regole eccezionali, ispirate dalla cultura scientifica di eccellenza rappresentata da Fibonacci, ed è quale è stata modellata da tali regole. Altri postulati da esso discussi producono esiti figurativi nelle mani dei progettisti fiorentini.

2007 * 128 pp. * brossura * 24,5×31 * 120 ill.