Museologia

  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >

37. Arte antica in mostra

Rinascimento e Barocco genovesi negli anni di Orlando Grosso (1908-1948)

 A cura di: Andrea Leonardi

 ISBN: 978-88-7970-753-4

 Prezzo:  € 25,00

 

Sullo sfondo della difficile situazione vissuta dal patrimonio storico-artistico nazionale ed europeo tra i due conflitti mondiali, il volume Arte antica in mostra indaga la fortuna critica della straordinaria dotazione artistica della città di Genova, con particolare riferimento al ruolo giocato da Orlando Grosso, direttore del civico Ufficio di Belle Arti.

Durante il suo mandato, lo spazio effimero della mostra e quello istittuzionale del museo furono i due fronti di azione nell'ambito di un progetto culturale unitario, di portata internazionale e parallelo alla "Genova pittrice" di Roberto Longhi.

 

 

2016 * 214pp. * brossura * 170×240 mm *  

 

 

 

 

 

36. Amico Museo

Per una museologia dell'accoglienza

 

 Autore: Claudio Rosati

 ISBN: 978-88-7970-798-5

 Prezzo € 25,00

 

Musei di ogni scala e differente gloria: tutti ugualmente riconosciuti come luoghi di stupore, di gioia, di immaginazione, di relazione e di conoscenza. Sempre amici e soprattutto accoglienti, soddisfano richieste e pongono interrogativi attraverso testi riflettenti esperienze e teorie, norme e passioni, memorie e progetti. Testi eterogenei, prodotti per occasioni diverse qui riuniti in una stessa narrazione autobiografica: dell’autore e delle vicende museografiche e museologiche degli ultimi decenni. Come dai migliori musei se ne esce informati e, ancor più, motivati ad altre visite. 

 

 

 

 

2016 * 327 pp. * brossura * 170×240 mm *  

 

 

 

 

 

27. Tra Modena e Roma

Il mecenatismo artistico nell'età di Cesare d'Este (1598 – 1628)

AutoreBarbara Ghelfi

ISBN: 978-88-7970-557-8

 

Prezzo: € 16,00

 

Partendo da un’indagine sistematica condotta sul carteggio diplomatico tra Modena e Roma nell’età di Cesare d’Este (1598-1628), il volume si snoda attraverso episodi di mecenatismo e committenza ed esamina le relazioni artistiche fra la corte estense e quella papale. Il materiale documentario che si presenta, in buona parte inedito, consente di mettere a fuoco gli interessi e le iniziative di alcuni membri della famiglia; tra questi, oltre al duca, il fratello, cardinale Alessandro, noto mecenate e collezionista.

 

2012 * 168 pp. brossura * 17×24

 

23. Processo al museo

Sessant’anni di dibattito sulla valorizzazione museale in Italia

 

AutorePatrizia Dragoni

 

 

ISBN: 978-88-7970-489-2

 

 

PDF: € 8,00

 

 

 

Il volume Processo al museo ricostruisce l’acceso e complicato dibattito politico, giuridico e culturale sulla complessa materia della “valorizzazione dei beni Culturali” e quindi del “Museo” sviluppatosi in Italia all’incirca nell’arco di un secolo, ma specialmente dal secondo dopoguerra. Il museo, che occupa una minima parte di suddetta valorizzazione, assume comunque un’importanza notevole in quanto strumento finalizzato ad acquisire e a diffondere conoscenze e idoneo a concorrere, aprendosi al territorio, agli stessi obiettivi di tutela. Si cerca di capire quando e perché abbia avuto inizio una certa riduttiva accezione, a volte perfino sprezzante, del termine valorizzazione come sinonimo di messa a reddito del patrimonio culturale per una volontà di avida speculazione monetaria lesiva del suo valore ideale.

 

 

2010 * 184 pp. * PDF * 17x24mm 

 

22. Committenza e collezionismo nel Cinquecento

La famiglia Corsi a Firenze tra musica e scultura

 

Autore: Donatella Pegazzano

 

ISBN: 978-88-7970-451-9

 

Prezzo: € 10,00

 

Il volume illustra le commissioni artistiche e gli orientamenti culturali di un’antica famiglia di mercanti, i Corsi di Firenze, tra il XVI e il XVII secolo. Tra questi emerge in particolare, grazie alla documentazione inedita presentata nel saggio, la figura di Jacopo Corsi (1561-1602), già noto agli storici della musica per l’importante ruolo avuto nella nascita del melodramma, e qui indagato per le rilevanti commissioni a scultori quali Giovanni Caccini, Cristoforo Stati, Pietro Bernini. Vengono inoltre delineate la collezione e le residenze della famiglia Corsi, il palazzo di via Tornabuoni e la villa (oggi Guicciardini Corsi Salviati) di Sesto Fiorentino. Del giardino di questa villa, uno dei più rilevanti giardini storici fiorentini, viene infine documentata l’iniziale fase costruttiva cinquecentesca che vide all’opera, con un insolito apparato scultoreo, l’artista Stoldo Lorenzi e la sua bottega.

 

2010 * 80 pp. * brossura * 17×24 * 20 ill.

 

  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >