collana Problemi di conservazione e Restauro

  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >

46. “Fatta dell’olmo della piazza”.

Il restauro del Paliotto di San Zanobi

 A cura di: M. Ciatti e C. Rossi Scarzanella

 ISBN: 978-88-7970-799-2

 Prezzo:  € 24,00

 

 

Il Dossale di San Zanobi, al così detto Maestro del Bigallo nei primi decenni del Duecento, e presenta la particolarità di essere realizzato su di un supporto “scavato”. Negli anni Trenta era stato al centro di un importante ed innovativo intervento di restauro ad opera di Augusto Vermehren in cui la pittura antica fu liberata dai molti rifacimenti e vennero recuperate le originali dimensioni dell’opera con il completamento delle cornici frammentarie. Per reintegrazione una grande lacuna che correva in orizzontale su tutta la lunghezza del dipinto, furono impiegati due diversi sistemi: nelle storie laterali vennero ricollegate le linee interrotte delle figure reintegrando la lacuna a neutro; mentre nelle figure centrali venne utilizzato un neutro intonato con una semplificazione delle forme. L’Opificio ha voluto mantenere questo precedente intervento che rappresenta una pagina significativa della storia del restauro ed ha compiuto un grande intervento per fronteggiare i gravissimi problemi strutturali e conservativi. Nel volume sono illustrate le scelte metodologiche e tecniche che hanno indirizzato questo importante  restauro.

 

2016 * 134pp. * brossura con bandelle * 210×280 mm *  

 

 

 

 

 

45. Il restauro dei portali di San Petronio a Bologna

Studi e approfondimenti

 A cura di: Cristina Improta

 ISBN: 978-88-7970-744-2

 Prezzo:  € 28,00

Il volume è dedicato alla presentazione del complesso progetto di conservazione e restauro, del piano diagnostico in fase preliminare per la caratterizzazione dei materiali costitutivi e per lo studio dello stato di conservazione degli stessi sulla facciata della Basilica di San Petronio a Bologna, realizzato all’Opificio delle Pietre Dure. L’O.P.D. ha effettuato l’intervento di restauro dei tre portali della facciata di San Petronio in soli tre anni, affrontando le spinose problematiche tipiche delle sculture all’aperto in gravi condizioni di conservazione. È stato applicato un protocollo d'intervento assolutamente innovativo e comunque diversamente graduato a seconda dei tre portali, che hanno avuto una storia manutentiva differente, con risultati molto soddisfacenti.

 

2016 * 231 pp. * brossura con bandelle  * 210×280 mm *  ill.

 

 

 

 

 

33. Il Nano Morgante di Agnolo Bronzino

Un dipinto a due dritti restaurato

CuratoriMarco Ciatti, Diane Kunzelman

ISBN978-88-7970-505-9

Prezzo€ 18,00

Il volume documenta il restauro di un particolare dipinto del Bronzino: il Ritratto del nano Morgante in veste di cacciatore dipinto di faccia e di schiena sui due lati della stessa tela, appartenente alla Galleria degli Uffizi. Il Nano Morgante vissuto a Firenze nella seconda metà del XVI secolo, era il più celebre e popolare dei nani di corte di Cosimo I de' Medici. Nato nell’ambito della corte granducale come ricordo di questo particolare personaggio aveva poi assunto un significato ben più profondo del momento di divertissement della corte in rapporto al coevo dibattito artistico, noto come “paragone”, volto cioè a dimostrare quale fra la pittura e la scultura fosse superiore. Tale indagine promossa da Benedetto Varchi ci ha consegnato le interessanti opinioni di molti artisti, spesso sotto forma di testimonianza scritta o verbale, mentre il Bronzino impiegò, invece, questo dipinto per dimostrare l’evidente superiorità della pittura la quale, oltre che mostrare la tridimensionalità del soggetto, era in grado di raffigurarlo in due momenti cronologicamente successivi, introducendo cioè il fattore del tempo. In un momento successivo, come hanno dimostrato le ricerche di Diane Kunzelmann, si preferì cambiare il significato dell’opera ed il suo uso, esponendone solo la parte anteriore, ampiamente ridipinta in modo da far conseguire al nano l’iconografia di un Bacco.

2012 * 96 pp. * brossura 21×28 * 116 ill. * XV tav.

 

15. Arte e Storia

Cultura e restauro a Firenze tra Ottocento e Novecento

Autore: Martina Vannini

ISBN: 978-88-7970-531-8

Prezzo:  € 16.00

Il periodo a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento è stato fondamentale per l’ambito del restauro, in quanto ha visto l’abbandono progressivo del restauro in stile, interessato all’aspetto estetico dell’opera d’arte, a favore di quello filologico, più attento alla componente storica. Il volume vuole ripercorrere le tappe di questo cambiamento analizzando la rivista “Arte e Storia”, ideata da Guido Carocci, pubblicata a Firenze per quaranta anni e diffusa in territorio nazionale ed internazionale. In questo modo sarà possibile comprendere come le nuove teorie del restauro si siano diffuse e quali ne siano stati i principali protagonisti. 

2011 * 128 pp. * brosssura * 17x 24

32. Titian’s La Bella: Woman in a Blue Dress

Titian's La Bella Restored

Curatori: Marco Ciatti, Fausta Navarro, Patrizia Riitano

ISBN: 978-88-7970-523-3

Prezzo: € 25.00

Il volume presenta il restauro della Bella di Tiziano. L’opera, che si conserva nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti, è stata restaurata da Patrizia Riitano. Il dipinto, liberato dalla pesante patina di vernici giallo scuro ha ritrovato l'incarnato purpureo delle guance, l'oro della lunga collana al collo, il luccichio dei pendenti di perle agli orecchi, l'eleganza della complicata acconciatura, la fastosa ricchezza dell'abito blu, con ricami, velature prima invisibili e gli straordinari sbuffi candidi che escono dalla veste. Il ritratto della Donna, dipinto dall'artista nel 1536 e appartenuto al Duca di Urbino Francesco Maria della Rovere, fu inventariato tra le collezioni medicee a Firenze nel 1694, fu poi sottratto dalle requisizioni napoleoniche e portato al Louvre a Parigi nel 1799 e infine restituito alla Galleria Palatina dopo il Congresso di Vienna nel 1814. Volume in lingua inglese.

 

2011 * 104 pp. * brossura 21×28 * 75 ill.

 
  • Pagine 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >