toscano

21. Gli Archivi del mondo

Antiquaria, storia naturale e collezionismo nel secondo Settecento

Autore: Maria Toscano

 

ISBN: 978-88-7970-427-4

 

Prezzo: € 20,00

 

Il testo indaga le intense e complesse relazioni tra il mondo dell'antiquaria e quello della storia naturale e le significative ripercussioni che tali relazioni ebbero su un certo collezionismo colto a fine Settecento, nel delicato momento di passaggio dall'enciclopedismo alla codificazione delle scienze specialistiche. La grande diffusione dell'Histoire Naturelle di Buffon diede l'avvio ad un nutrito filone di studi in cui archeologia e geologia erano indissolubilmente commiste, nel tentativo di ricostruire le fasi più antiche della storia del mondo – insieme storia della terra e storia dell'umanità – attraverso un metodo storiografico centrato sulla preminenza delle testimonianze materiali rispetto alle fonti scritte, frutto di un processo di scientifizzazione che prevedeva l'applicazione del metodo sperimentale agli studi storici. Le ricerche di questo tipo generavano un collezionismo specifico; piuttosto diffuso benché generalmente poco noto e non indagato nella sua interezza, in cui la raccolta e l'allestimento del materiale aveva uno scopo eminentemente scientifico e rappresentavano solo una fase – essenziale ma non autonoma – di una complessa metodologia di indagine che comprendeva il sopralluogo il rilievo grafico dei siti, lo scavo e la scelta dei reperti significanti, e la stesura di puntuali resoconti. Tali collezioni erano raccolte miste in cui dipinti – per lo più paesaggi -, antichità, reperti paleontologici e saggi di rocce coesistevano, poiché tutti monumenti del tempo; testimoni tangibili della storia.

 

2009 * 352 pp. * brossura * 17×24 * 56 ill.